Ristorante Ambasciatore d’Arte

logoristorante

La nostra Fondazione che ha come finalità’ quella di proporre l’arte nelle formule più’ avanzate e diremmo anche insolite, dopo aver concluso il 22 novembre presso i Musei Capitolini la XXXIII edizione del Premio Europeo Capo Circeo, si rimette in campo per definire e preparare il nuovo circuito del RISTORANTE AMBASCIATORE D’ARTE Vi informiamo che il Vs. Ristorante ,da una visita fatta in maniera anonima, da un ns. delegato, ha le condizioni per essere inserito nel nuovo circuito dalla Fondazione Di Paolo,come ristorante promotore della diffusione dell’arte. Le motivazioni che ci hanno spinto a tale lettera, si ritrovano nelle condizioni positive accertate, ovvero, cortesia del personale, buona cucina, arredo congruo e professionale. Ora, al fine di continuare la ns. definizione del numero ristretto di ristoranti che si potranno fregiare del ns. logo,desideriamo avere una risposta positiva o negativa, circa il vs. interesse. Ovviamente da parte ns. provvederemo a informarvi, nel caso positivo dei servizi che andremmo a dare, al fine di farvi avere una maggiore notorietà a tutti i livelli di comuni­cazione, e nel contempo quanto dovreste fare per diffondere l’arte. Onde evitare qui pro quo, il tutto sarà’ gratuito per Voi ,anzi dovrà’ essere visto, sotto il profilo economico, come una potenziale ulteriore entrata. In attesa di avere un cortese riscontro, porgiamo cordiali saluti.

     Fondazione Di Paolo-ufficio di presidenza

P.s. Riportiamo qui di seguito una informazione sul Premio Europeo  Capo Circeo e sulla diffusione dello stesso a livello di media nazionali ed internazionali. www.premiocapocirceo.it www.polarisimages.com www.Oliosi.worldpress.com www.europadellaliberta.it www.ntvmsnbc.com

Fondazione Di Paolo

Costituita con atto notarile il 14-03-1991

Via Chiaravalle 24 – 60126 Ancona – Italy – Tel. 071.891701 – Cell. 335.8117933 – Fax 071.9203950

www.fondazionedipaolo.it – info@fondazionedipaolo.it

P. Iva e Codice Fiscale 02487780427

Proprietaria del Marchio

euromuseum